Fondo di solidarietà diocesano emergenza Covid-19

PREMESSA  E  OBIETTIVI

A motivo dell’emergenza sanitaria dovuta al diffondersi del Covid-19 e delle conseguenze sociali che tali crisi ha fatto esplodere, la Chiesa diocesana di San Severo intende dare un segno concreto di vicinanza alle persone, alle famiglie e agli operatori economici che vivono un momento di difficoltà economica a causa dell’attuale emergenza.

Il Fondo diocesano di solidarietà per l’emergenza Covid-19 è costituito da una parte del fondo straordinario 8xmille 2020 che la Conferenza Episcopale Italiana ha destinato alle Diocesi per affrontare bisogni di persone e famiglie in difficoltà a causa della crisi sanitaria.

Il Fondo sarà gestito dalla Caritas diocesana di San Severo e dalla Fondazione “Il Mandorlo fiorito”

DESTINATARI E REQUISITI DI ACCESSO

Persone e famiglie in situazione di povertà o difficoltà per la perdita o riduzione del lavoro a seguito dell’emergenza Covid-19, e più precisamente:

  • residenti o domiciliati sul territorio della Diocesi di San Severo;
  • lavoratori autonomi o dipendenti (sia a tempo determinato che a tempo indeterminato), disoccupati a partire dal 1 marzo 2020 causa emergenza Covid-19;
  • lavoratori precari (persone abitualmente impiegate in contratti per attività stagionali o dipendenti con contratto scaduto a febbraio 2020 e non rinnovato, contratti a chiamata, occasionali, soci di cooperativa con busta paga a zero ore,…);
  • lavoratori dipendenti in attesa della cassa integrazione, qualora la banca non abbia concesso l’anticipo;
  • operatori economici sia ditte individuali che soggetti costituiti sotto forma societaria o altra aggregazione giuridicamente riconosciuta;
  • quanti non hanno entrate nel nucleo familiare, compresi sussidi da enti pubblici e privati superiori a 250 € mensili se singolo, 400 € mensili se nucleo di 2 componenti, 500 € mensili per nuclei con più componenti;

MODALITA’ DI DOMANDA

Coloro in possesso dei requisiti sopraelencati possono compilare la domanda (Allegato 1) e inviarla alla mail emergenza2020@caritasdiocesisansevero.it

La modalità per inoltrare la richiesta è ESCLUSIVAMENTE l’invio via mail.

I richiedenti verranno contattati da un operatore della Fondazione “Il Mandorlo fiorito” che richiederà la seguente documentazione:

  • Copia documento di identità;
  • Copia Codice Fiscale;
  • Copia Modello Certificazione unica 2019 o Modello 730/2019 o modello Unico PF 2019;
  • Eventuale certificato di invalidità;
  • IBAN bancario o postale.

In aggiunta per:

  • Dipendente tempo indeterminato:Copia DID (Dichiarazione Immediata Disponibilità) con data a partire dal 01/03/2020. La DID (Dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro) è la modalità prevista dalla legge per acquisire il riconoscimento dello status di disoccupato. Con il rilascio della DID la persona dichiara di essere priva di impiego e immediatamente disponibile allo svolgimento di un’attività lavorativa e alla partecipazione ad iniziative per la ricerca attiva del lavoro. Dalla data di rilascio della DID decorre lo stato di disoccupazione e gli impegni che ne derivano. La domanda di NASPI o di DIS-COLL equivale alla DID.buste paga del 2020
    • Dipendente tempo determinato
      • Copia contratto a tempo determinato
      • buste paga del 2020
  • operatori economici:
  • Certificato camerale aggiornato
  • Per coloro che hanno cessata l’attività devono produrre una copia della  comunicazione alla Camera di Commercio di cessata attività (non antecedente al 01/03/2020) 
  • Dichiarazione,   del proprio commercialista o consulente fiscale attestante il fatturato e/o ricavi  relativi al periodo febbraio- aprile 2019 e febbraio-aprile 2020.

MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

La Caritas diocesana, attraverso i suoi operatori, acquisita la domanda e la documentazione, dopo la valutazione dei requisiti e l’approvazione della richiesta, previa richiesta di ulteriori informazioni alla Parrocchia di residenza o all’Ufficio dei Servizi Sociali del Comune di residenza del richiedente, provvederà all’erogazione del contributo esclusivamente tramite bonifico bancario direttamente su c/c del beneficiario. Laddove il beneficiario non possedesse conto corrente, o fosse impossibilitato ad avere un proprio c/c, la parrocchia di residenza può ricevere il contributo a nome del beneficiario.

L’ammontare del contributo sarà, per le persone fisiche e le famiglie, di:

  • 400 euro al singolo;
  • 500 euro alla coppia;
  • 600 euro alla coppia + 1 figlio;
  • 700 euro alla coppia + 2 o più figli;

Per quanto concerne gli operatori economici da definire in base al danno subito.

L’erogazione del contributo sarà possibile fino ad esaurimento fondi.

CHIUSURA DEL FONDO DIOCESANO DI SOLIDARIETÀ

Le risorse vengono distribuite nella misura della disponibilità del fondo, procedendo progressivamente alle richieste pervenute in Caritas.

Il Fondo diocesano di solidarietà verrà chiuso il 31/12/2020, salvo eventuali proroghe.